Anna ha sempre amato la vita di

 

campagna. E' nata in una piccola

 

fattoria, lontano dalla città, e le

 

sue giornate trascorrono 

 

passeggiando nei prati con il suo cane

 

Tom o nuotando al lago o raccogliendo

 

fiori.

 

Le piace questa vita!

 

Ma oggi è particolarmente contenta 

 

perchè la sua mamma le ha detto che

 

sta per arrivare una ragazzina della sua

 

età, la figlia di un'amica a trascorrere

 

qualche giorno con loro.

 

Anna è socievole e ama la compagnia.

 

Così non vede l'ora di conoscere questa

 

Lea, di cui parla tanto sua madre.

[top]

Peccato che Lea non sia esattamente

 

come lei aveva sperato.

 

Lea non sembra molto disposta a diventare

 

una sua amica e, oltre a questo, sembra anche

 

odiare la campagna.

 

Per non parlare poi del suo gatto. Anche lui dà l'impressione

 

di non amare tanto la vita di campagna. E' più il classico gatto

 

da salotto, che ama sedersi sui divani in attesa della pappa.

 

E, soprattutto, non vuole amicizia con il suo adorabile cane.

 

Insomma...se il buongiorno si vede dal mattino....le cose

 

non promettono bene.

[top]

Anna ha deciso comunque di

 

provare. Magari Lea non è poi

 

così antipatica come sembra,

 

magari è solo disorientata perchè

 

si trova in un posto tanto diverso da casa sua.

 

Così la porta a fare una passeggiata nel bosco,

 

in uno dei suoi posti preferiti, un prato pieno di

 

erba e di fiori. Anna ama sedersi su qualche masso

 

e osservare la natura intorno a lei.

 

Ma Lea non sembra gradire. Rifiuta di sedersi perchè

 

ci sono delle formiche e si lamenta perchè i

 

suoi abiti non sono adatti e perchè ci sono le api

 

e perchè lei vuole guardare la tv o giocare ai videogiochi.

[top]

Così, il giorno dopo, Lea rimane a casa.

 

Trascorre la mattina come è abituata a 

 

fare in città. Guarda un pò di tv, gioca

 

un pò ai videogiochi. 

 

Ma quando, dopo qualche ora, si avvicina

 

alla finestra, e vede Anna distesa sul grosso

 

ramo di un albero, vicino alla più bella delle

 

case sugli alberi...Lea comincia ad essere

 

curiosa.....e, per un attimo, la tv ed i videogiochi,

 

le sembrano meno interessanti.

 

 

[top]

Le piace l'idea di andare sull'altalena

 

come vede fare ad Anna. Sembra che voli.

[top]

E le piace l'idea di potere strigliare

 

un cavallo.

 

Sono tutte cose che lea nno ha la

 

possibilità di fare in città!

[top]

In fondo giochi e tv possono aspettare!

 

Lea decide dio godersi le giornate con Anna

 

nel modo più piacevole possibile. Che sarà mai qualche

 

piccolo ragno o qualche ape che le gira intorno!

 

Andare a cavallo o conoscere una pecora o immergere

 

i piedi in un fiume, sono cose che non hanno prezzo!

 

Persino Tommy ha fatto amicizia con il micio di Lea:)

[top]

Nè Lea nè Anna ci avrebebro scommesso ma,

 

alla fine della vacanza di Lea, le due ragazzine sono

 

diventate amiche.

 

Lea ringrazia Anna per averle fatto conoscere delle

 

cose che per lei in città sarebbe stato impossibile

 

sperimentare e invita Anna a casa sua, in modo

 

che anche lei possa conoscere cosa una città può

 

offrire.

 

Entrambe capiscono che non si deve necessariamente

 

condurre lo stesso stile di vita per capirsi, anzi....essere

 

diverse e amare cose diverse è una ricchezza!